HomeNEWSPubblicità socialeACE contro lo sporco più ostinato: l’odio

ACE contro lo sporco più ostinato: l’odio

Insieme a Retake la nuova campagna contro ogni forma di discriminazione

C’è uno sporco che ti macchia nel profondo e lascia un segno difficile.

Parte da questo la campagna di ACE che vuole dare un contributo positivo alla comunità, sfruttando quello che sa fare meglio, ovvero pulire. 

- Advertisement -

Il pulito che unisce è alla base di  Formula Anti odio, la campagna ideata dall’agenzia DLV BBDO. Retake, l’associazione di volontariato che si occupa di promuovere la bellezza, la vivibilità e la rigenerazione urbana, e Diversity Lab, organizzazione impegnata a promuovere la cultura dell’inclusione e il valore della diversità, nei media, nelle aziende e nella società civile, sono partner del progetto.

Immagine della campagna ACE, Formula Anti odio

La ricerca: 1 italiano su 2 è stato discriminato

L’azienda Fater (proprietaria del marchio ACE) ha commissionato una ricerca sul tema della discriminazione. Da questa è emerso che in Italia 1 italiano su 2 ne è stato vittima. Il 77% ha assistito ad almeno un atto discriminatorio e il 50% non ha reagito. Oltre il 70% degli intervistati ha dichiarato che il maggior numero di discriminazioni avvengono a scuola, seguono i social media (oltre il 50%). La percentuale di discriminazioni all’interno di un gruppo di amici cresce nei ragazzi 13-16 anni, raggiungendo il 25% dei casi. Nella fascia di età tra i 16 e i 19 anni la discriminazione passa dalla forma verbale a quella fisica.

La campagna è on air da settembre a novembre 2023, con 4 video  che raccontano le storie di Carlo Maria, Osayi, Mark e Elisa; sono loro che ci parlano di questo sporco che macchia nel profondo, che ACE insieme ai partner vuole cancellare.

I temi trattati sono omofobia, razzismo, antisemitismo e grassofobia e contengono parole forti, come avverte il brand sul sito della campagna.

NEWS

Articoli recenti

[wpp stats_views=0]