HomeNEWSEventiAmazônia, a Roma la nuova mostra fotografica di Sebastião Salgado

Amazônia, a Roma la nuova mostra fotografica di Sebastião Salgado

Al museo MAXXI in esposizione scatti suggestivi per la tutela del Polmone Verde della Terra

Sebastião Salgado, fotografo brasiliano tra i più autorevoli degli ultimi anni, approda al museo MAXXI di Roma con la sua mostra fotografica intitolata “Amazônia”. La mostra sarà aperta al pubblico dal 1° ottobre 2021 al 13 febbraio 2022 ed è Roma l’unica città italiana scelta dall’artista. Un appuntamento sicuramente da non perdere per chi si interessa alla tematica della sostenibilità!

L’evento, che presenta più di 200 scatti, è il risultato di 7 anni di spedizioni fotografiche di Salgado in Amazonia: è un vero e proprio esempio di puro attivismo fotografico. L’intento di Salgado è quello di mostrare la vastità e l’imponenza della foresta amazzonica, nonché la seconda foresta più grande al mondo dopo la taiga russo-siberiana.

- Advertisement -

Con la sua mostra, il fotografo invita il pubblico ad immergersi totalmente nel “Polmone Verde”, grazie ai suoi scatti e all’allestimento creativo che ne segue, e vuole lanciare un importante grido d’allarme sulla lenta scomparsa che un patrimonio internazionale di tale portata sta vivendo, nonché sulla necessità e urgenza di difenderlo insieme con i suoi abitanti. È un vero e proprio invito a riflettere sulla drastica situazione ecologica di quei luoghi e sulla responsabilità di noi abitanti della terra, di proteggerla.

La mostra è strutturata su due parti differenti. Nella prima il tema è l’ambientazione paesaggistica, in cui si potranno vedere varie foto della foresta pluviale dall’alto e delle sue particolarità, come i fiumi o le biodiversità che la abitano. La seconda parte invece, è totalmente dedicata alla storia delle popolazioni indigene che vivono in quei luoghi e che li tutelano e proteggono con tutte le loro forze. Infatti, la parte della foresta abitata dagli indigeni è rimasta intatta al contrario dell’altra parte che lentamente si sta consumando. Tutto il percorso è accompagnato da una traccia audio che riporta ai luoghi fotografati, con il rumore del fruscio degli alberi al vento, il canto degli uccelli o il rumore dell’acqua.

Insomma, una vera e propria esperienza multisensoriale di visione globale di un luogo così lontano ma di cui ognuno di noi ha una grande responsabilità: la sua salvaguardia.

Per ulteriori informazioni sulla mostra, vi lasciamo qui il link al sito web del museo nazionale delle arti “MAXXI” di Roma dove poter acquistare i biglietti.

NEWS

Articoli recenti

[wpp stats_views=0]