HomeNEWSMarketing EticoBosch Italia sostiene PizzAut per un nuovo progetto di Natale

Bosch Italia sostiene PizzAut per un nuovo progetto di Natale

Fino al 31 gennaio 2024 per ogni Pizza #LikeABosch GourmAut ordinata, Bosch raddoppierà il ricavato devolvendolo alla Onlus di PizzAut

Anche questo Natale Bosch sostiene con una nuova iniziativa PizzAut, con l’obiettivo di ampliare la flotta di food truck itineranti (PizzAutObus) e creare così nuove opportunità di lavoro per tanti ragazzi autistici nelle province di tutta Italia. Tutti possono contribuire a realizzare questo progetto ordinando la Pizza #LikeABosch GourmAut fino al 31 gennaio 2024, in uno dei due ristoranti di PizzAut a Cassina De’ Pecchi (MI) e a Monza. Per ogni Pizza #LikeABosch GourmAut ordinata, la multinazionale tedesca raddoppierà il ricavato con una donazione a PizzAut Onlus per sostenere il nuovo progetto.

Per la pizza in edizione limitata sono stati scelti ingredienti d’eccellenza della tradizione italiana per simboleggiare il viaggio fra le diverse province dove arriveranno i food truck di PizzAut. Dal prosciutto di Parma alla burrata pugliese, dai pomodorini siciliani alle olive taggiasche del ponente ligure sopra un letto di rucola.

- Advertisement -

“PizzAutObus è il food truck più inclusivo che esista nella Galassia Conosciuta!” – ha affermato Nico Acampora, fondatore di PizzAut. “Nati per portare PizzAut e i nostri ragazzi in giro per le piazze, i food truck sono diventati il simbolo della nostra resilienza durante la pandemia ma, soprattutto, quello che ci ha permesso di portare pizze farcite con dignità, inclusione e amore a casa delle persone. Il mio sogno è ampliare la flotta di PizzAutObus, uno per ogni provincia italiana, per formare e dare lavoro a 500 giovani ragazzi autistici in tutta Italia, attraverso il coinvolgimento delle Onlus sul territorio. Per nutrire l’inclusione, ovunque” – ha concluso Acampora. Il primo ristorante PizzAut è stato inaugurato a Cassina De’ Pecchi, in provincia di Milano, nel maggio 2021, con l’obiettivo di dare autonomia e lavoro a tempo indeterminato a 10 ragazzi autistici. Visto il successo del ristorante, Acampora ha voluto realizzare un altro desiderio, quello di aprire un secondo locale per dare lavoro ad altri 25 ragazzi. Per questo Bosch, spinta dalla comunanza di valori con PizzAut, ha scelto di contribuire alla realizzazione di questo sogno, grazie anche a un progetto dedicato. Nel 2022, infatti, insieme ai ragazzi di PizzAut è stata creata la prima Pizza #LikeABosch e inserita nel menù per tutto il periodo natalizio. Bosch ha raddoppiato il ricavato della pizza destinandolo alla realizzazione del secondo locale PizzAut a Monza, inaugurato lo scorso 2 aprile, in occasione della giornata mondiale per la consapevolezza sull’autismo, alla presenza del Presidente della Repubblica Sergio Mattarella.

“Quest’anno proseguiamo il percorso già avviato con PizzAut in linea con le attività di responsabilità sociale dedicate ad abbattere i pregiudizi e a promuovere l’inclusione. Fedeli al nostro motto ‘Tecnologia per la vita’, ci impegniamo a migliorare la qualità della vita delle persone ogni giorno, non solo con i nostri prodotti e servizi, ma anche attraverso le cause che decidiamo di sostenere, proprio come quella di PizzAut” – ha affermato Giuditta Piedilato, Direttore Comunicazione e Relazioni Pubbliche Bosch Italia.

Per Bosch il concetto di responsabilità sociale si evolve e si espande nel tempo, e oggi più che mai si intreccia con il concetto di diversità e inclusione. Da sempre, infatti, la multinazionale tedesca, leader globale di tecnologie e servizi, che fa capo ad una Fondazione di pubblica utilità, agisce nella convinzione che solo operando in modo responsabile a livello economico, ambientale e sociale si possa migliorare la qualità della vita delle persone e salvaguardare il benessere delle generazioni presenti e future.

NEWS

Articoli recenti

[wpp stats_views=0]