HomeGrandi temiCaritas: nel 2022 aumento del 12,5% degli utenti

Caritas: nel 2022 aumento del 12,5% degli utenti

Nei Centri diocesani e parrocchiali ascoltate oltre 256mila persone

Sono state 255.957 le persone che nel 2022 si sono rivolte ai Centri d’ascolto diocesani e parrocchiali della Caritas, il 12,5% in più rispetto all’anno prima, complice anche l’effetto della guerra in Ucraina con l’arrivo in Italia dei profughi.

Il 27 giugno scorso Caritas ha presentato il primo Report statistico nazionale sulle povertà dal titolo “La povertà in Italia secondo i dati della rete Caritas: i dati indicano come la situazione attuale presenta una “cronicizzazione della povertà”.

- Advertisement -

Una povertà multidimensionale : chi si rivolge ai servizi Caritas vive una situazione di povertà a causa di più motivi concomitanti e manifestando due o più ambiti di bisogno, anche se la prevalenza delle richieste riguarda la fragilità economica, cui seguono i bisogni occupazionali e abitativi. E Poi i problemi famigliari, quelli di salute o le difficoltà dei processi migratori cinque profili o cluster di beneficiari : i vulnerabili soli, le famiglie poveri, i giovani stranieri in transito, i genitori fragili e i poveri soli.

“I dati sono importanti – ha siegato don Marco Pagniello, direttore di Caritas Italiana -, ma lo sono ancora di più le persone. Occorre ripartire ai poveri e dalle loro priorità e bisogni, che come abbiamo visto possono essere molteplici e complessi, più che concentrarci sulle sole azioni”. 
Il Report per la prima volta è stato presentato a giugno, invece che nella tradizionale Giornata mondiale di lotta alla povertà del 17 ottobre.

Insieme al Report è stato presentato il Bilancio Sociale 2022.

Alla presentazione sono intervenuti anche mons. Carlo Roberto Maria Redaelli, Presidente di Caritas Italiana, e padre Vyacheslav Grynevych, direttore di Caritas Spes in Ucraina.

NEWS

Articoli recenti

[wpp stats_views=0]