HomeNEWSInternational best practiceCarrefour apre in Francia il primo negozio accessibile ai disabili

Carrefour apre in Francia il primo negozio accessibile ai disabili

Il progetto pilota sarà in un ipermercato a Villeneuve-la-Garenne (Hauts-de-Seine).

Il gruppo Carrefour ha fatto della disabilità la causa principale del suo piano 2026 e inizia dai punti vendita: è stato infatti ha lanciato il progetto pilota nel suo ipermercato di Villeneuve-la-Garenne (Hauts-de-Seine), il primo negozio accessibile ai disabili in Francia.

Per arrivare a questo traguardo,  sono state organizzate tavole rotonde con i clienti disabili per  il miglioramento del loro percorso nei punti vendita: sono stati individuati il ​​checkout, l’orientamento nel negozio, la praticità del processo di acquisto, l’accessibilità digitale e l’offerta di prodotti adattata alle proprie esigenze.

- Advertisement -

Nel punto vendita pilota sono stati quindi installati una dozzina di servizi e pratiche per soddisfare queste esigenze. 

All’ingresso i clienti disabili hanno un centro di accoglienza dedicato,  possono beneficiare del supporto di un collega e sono a loro disposizione attrezzature come aste di prelazione o carrelli progettati per essere agganciati alle sedie a rotelle.

C’è anche la possibilità di richiedere l’assistenza di un dipendente per essere serviti e, una volta inoltrata la richiesta, si viene subito informati del tempo di attesa. .

Per aiutare i clienti non vedenti sono disponibili mappe in Braille e l’applicazione Oorion che permette loro di orientarsi facilmente. Nel negozio sono state installate anche strisce guida a pavimento.

Carrefour ha inoltre stretto una partnership con la start-up Handivisible, creata da Maïté Ferdinand, giovane donna che ha una disabilità non visibile e una delle sue difficoltà è aspettare stando in piedi in una posizione statica. Grazie all’applicazione , le persone nella stessa situazione di Maïté possono comunicare, tramite un segnale luminoso, con il personale di cassa o con i reparti tradizionali, senza doversi giustificare con gli altri clienti. “Alcuni accorgimenti possono sembrare banali, ma sono fondamentali per migliorare la vita dei nostri clienti disabili», ha dichiarato Alexandre Bompard, amministratore delegato di Carrefour. 

Carrefour, prevede di assumere 15.000 dipendenti disabili entro la fine del 2026, 5.000 in più rispetto a oggi e sta formando da due anni il proprio personale per supportare i clienti disabili: . i dipendenti hanno imparato dieci gesti essenziali nella lingua dei segni francese. La marca,  grazia ad una collaborazione con Autisme France, ha già predisposto l’orario del silenzio nei suoi negozi. Durante questo periodo, la musica viene interrotta e le luci abbassate, per fornire un ambiente più rilassante alle persone affette da disturbi autistici. Questo nuovo sistema sarà esteso ad altri dieci ipermercati in Francia e a una cinquantina di negozi locali a Parigi entro l’estate 2024. 

NEWS

Articoli recenti

[wpp stats_views=0]