HomeNEWSBrand ImageFacebook e l’introduzione dei Reels: una sfida per TikTok

Facebook e l’introduzione dei Reels: una sfida per TikTok

Anche Mark Zuckerberg - nella piattaforma di Facebook - introduce per la prima volta i reels. Questi sono i noti video di un minuto del celebre social di TikTok, che tengono alta l’attenzione dei singoli utenti per tutta la loro durata. Con questa mossa Mark vuole cercare di ri-attirare nella sua piattaforma, tutta quella fascia di giovani creators che sono attualmente molto attivi nella piattaforma di TikTok. L’idea con questa nuova strategia è di implementare differenti opportunità di monetizzazione che attirino i giovani utenti creatori su Facebook. Per ora la novità sono i reels, ma vediamo che altro succederà nei prossimi mesi.

Nasce un nuovo fronte per Facebook, quello dei reels, che è ora disponibile in 150 paesi tra cui Italia. I reels sono uno tra gli strumenti web più diffusi e utilizzati dagli utenti e il CEO di Facebook – Mark Zuckerberg – non poteva non sfruttare il loro potenziale nel social.

Questi, mini-video di massimo un minuto che utilizzano tecniche di remix e scelta della musica da mettere come sottofondo, hanno un grande potere nel catturare l’attenzione del pubblico di riferimento. Nella piattaforma, saranno visibili nel feed, si potranno ricondividere nelle storie – come già accade nella piattaforma di Instagram – si possono creare a partire dalle storie, li troveremo all’interno di gruppi nonché su Facebook Watch e verrà creata una sezione dedicata “Reel suggeriti”. Ovviamente, come già accade in altri social, sarà implementata la funzione di cross-posting, grazie alla quale un reel da Facebook potrà essere condiviso poi anche su Instagram e viceversa. 

- Advertisement -

L’idea di Mark con questa nuova strategia è di offrire maggiori possibilità di monetizzazione per i creatori di contenuti, implementando con il tempo differenti azioni, che magari potranno portare i cosiddetti “Tiktoker” verso la sua piattaforma – sentendo i molteplici malumori e lamenti dovuti ai compensi ricevuti dalla piattaforma.

Insomma, la tensione tra Facebook e TikTok cresce sempre di più, ma ovviamente TikTok non starà a guardare e attualmente – nonostante tutto – è in possesso di strumenti di editing e personalizzazione dei video molto più avanzati rispetto a Facebook e Instagram.

NEWS

Articoli recenti

[wpp stats_views=0]