HomeObiettivi«Fame Zero» entro il 2030:  al via oggi il summit Fao a...

«Fame Zero» entro il 2030:  al via oggi il summit Fao a Roma

L’Italia organizzatrice e promotrice dell’evento ospita quest’anno 161 Paesi- attesi anche 22 Capi di Stato/Governo .

Parte oggi alle 14,30 con l’inaugurazione alla presenza del premier Giorgia Meloni e del segretario generale ONU Antonio Guterres, il Summit sui Sistemi Alimentari delle Nazioni Unite, in programma a Roma fino al prossimo mercoledì 26.

Ad oggi si contano ancora 43 milioni di persone che rischiano la vita per mancanza di cibo e quelle che sono in crisi alimentare sono tra i 691 e i 783 milioni , ossia 122 milioni in più rispetto al 2019.

Tema importante da trattare anche il rapporto tra clima e sistemi alimentari: il climate change ha infatti indebolito le aree rurali, e anche nei Paesi occidentali denutrizione e malattie legate alla cattiva alimentazione stanno avanzando.

- Advertisement -

Secondo il WFP «da questo vertice i Paesi aspettano risposte e azioni concrete, anche perché il clima ormai costituisce una vera minaccia per il cibo».

Per raggiungere l’obiettivo Fame Zero, da qui al 2030, secondo l’Agenzia dell’Onu Ifad, (International fund for agricultural development), sono necessari 400 miliardi di dollari/anno aggiuntivi per investimenti nei sistemi alimentari; questo significa raddoppiare gli sforzi in metà del tempo.

«Compito di questo secondo vertice – ha spiegato il vicedirettore della Fao, Maurizio Martina – è unire le forze e provare a rafforzare gli impegni quotidiani, per fare in modo che ci sia un’effettiva accelerazione per raggiungere la Fame zero. Se non cambiamo rotta nel 2030 avremo ancora 600 milioni di persone in area critica alimentare e mancheremmo l’obiettivo due dell’Agenda 2030».

NEWS

Articoli recenti

[wpp stats_views=0]