HomeNEWSIntelligenza artificialeIntelligenza artificiale e droni per combattere la deforestazione

Intelligenza artificiale e droni per combattere la deforestazione

Piantare 100 milioni di alberi entro il 2024: questo vuole fare la start up australiana AirSeed Technology grazie a una semina automatizzata compiuta con droni e intelligenza artificiale

Mettere l’intelligenza artificiale al servizio della natura per combattere la deforestazione: questo fa la start up australiana AirSeed Technology che vuole ripristinare in Australia le foreste scomparse a causa di incendi e cambiamento climatico con l’obiettivo di piantare 100 milioni di alberi entro il 2024.

Attraverso professionisti esperti in ingegneria, microbiologia e agricoltura di precisione la start up sperimenta la semina utilizzando droni di ultima generazione, questa tecnologia permette di ripristinare la vegetazione 25 volte più velocemente di una semina tradizionale e abbattere i costi dell’80%.

- Advertisement -

Il procedimento si svolge in diverse fasi dalla mappatura aerea del territorio,  all’individuazione dei punti dove rilasciare i semi, fino a stabilire i piani di volo

I droni utilizzati vengono dotati di un contenitore riempito di baccelli di semi appositamente selezionati per l’habitat nel quale verranno rilasciati.

I baccelli che racchiudono i semi sono prodotti utilizzando biomassa di scarto e ricoperti di un rivestimento in carbonio, attraverso questa biotecnologia il seme viene protetto dalla fauna selvatica e, anche una volta germinato, aiutato nella crescita grazie a nutrienti, fonti minerali e probiotici aggiunti.

I droni volano su percorsi prestabiliti, ogni drone è programmato per piantare oltre 40 mila baccelli di semi al giorno registrare le coordinate di ciascun seme, in previsione della fase di monitoraggio in cui si controllerà la crescita delle piante.

Il progetto è solo all’inizio, la start up ha piantato finora 50mila semi, ma secondo AirSeed Technology, i baccelli brevettati saranno una soluzione a basso costo e a basso impatto grazie a cui si potrà combattere la perdita delle biodiversità e riforestare le specie autoctone.  

NEWS

Articoli recenti

[wpp stats_views=0]