HomeNEWSSostenibilitàNeoruraleHub: l'agricoltura sostenibile che produce ambiente

NeoruraleHub: l’agricoltura sostenibile che produce ambiente

A due passi da Milano la realtà verde di NeoruraleHub, tra ritorno alla natura e innovazione tecnologica ha rigenerato un deserto agricolo

Nelle campagne di Giussano, tra Milano e Pavia, si sviluppa un laboratorio naturale basato sull’economia circolare e sul risparmio di risorse naturali per una coltivazione sostenibileNeoruraleHub

L’esperimento parte nel 1996 con la volontà di rigenerare la pianura padana per riportarla alle condizioni di mille anni fa, un viaggio nel tempo riuscito quello del fondatore di NeoruraleHub Piero Manzoni che, insieme al suocero Giuseppe Natta, figlio del premio nobel per la chimica Giulio Natta, è riuscito a ri-naturalizzare un’area di 1700 ettari, trasformando quello che prima era un deserto agricolo di risarie coltivate in modo intensivo.

- Advertisement -

Sono stati piantati oltre un milione di alberi autoctoni, costruiti argini, ruscelli, prati umidi per ricostruire un luogo dove flora e fauna siano attratte a vivere. “In 20 anni siamo tornati indietro di 1000 in termini di biodiversità – dice Piero Manzoni – oggi abbiamo l’80% in più di mammiferi rispetto al 1996, il 100% in più di uccelli, anatre, Cavalieri d’Italia, 7 specie di rapaci, gli aironi europei, le cicogne, tutto ciò dove prima non c’era niente, con questo ecosistema abbiamo anche ripristinato i predatori naturali delle zanzare: libellule, rane, pesci”.

Grazie a questa biodiversità ricostruita di acqua flora e fauna si riesce ad irrigare in modo naturale i campi, si abbate l’uso dei pesticidi destinati alle zanzare, si ottiene un terreno più fertile grazie al concime naturale degli animali lasciati liberi.

Secondo Piero Manzoni la biodioversità ricostruita produce ambiente e fa sì che i costi di produzione siano più contenuti.

In NeoruraleHub il ritorno alla natura si affianca allo sviluppo di moderne tecnologie per ridurre l’impatto dell’intera filiera agroalimentare, di questo si occupa l’Innovation Center Giulio Nappa, che ospita start up e aziende attive nella filiera dell’agrifood mettendo a disposizione i suoi spazi e aiutandole a crescere.

Altro comparto di NeoruraleHub è il Nutrient Recovery Center, che ha sviluppato una tecnologia di digestione termofila dei rifiuti, associata alla produzione di un composto fertilizzante, il digestato, che ridona al suolo gli elementi tolti a causa delle attività agricole, ne stimola la qualità e la fertilità.

In NeoruraleHub passato e futuro si incontrano, attraverso il ritorno alla natura e l’innovazione tecnologica, per creare un presente di agricoltura sostenibile, un modello di come dovrebbero essere trattati i terreni sempre più impoveriti dalle colture intensive, un modello che ha creduto nella natura e oggi genera ambiente, secondo Piero Manzoni infatti “La natura è il miglior centro di ricerca e sviluppo mai esistito, sa già come affrontare la sfida per ricostruirsi dopo i disastri generati dall’uomo”.

NEWS

Articoli recenti

[wpp stats_views=0]