HomeNEWSBrand ImageSofia Jirau, la prima modella di Victoria Secret’s con la sindrome di...

Sofia Jirau, la prima modella di Victoria Secret’s con la sindrome di down

Il brand di Victoria Secret’s, è entrato da anni in un vortice di polemiche continue, accusato di sostenere un ideale di bellezza poco inclusivo e sano. Nel 2022 il brand fa un passo importante e per la nuova collezione “Love Cloud Collection” sceglie il volto di Sofia Jirau, una giovane ragazza portoricana con la sindrome di down. Insieme a lei ci saranno altre 18 donne protagoniste, con l’idea di rivoluzionare e riflettere sul reale concetto di bellezza, un concetto universale e multiforme.

Si chiama Sofia Jirau, la prima giovane modella portoricana – dell’età di 25 anni – scelta da Victoria Secret’s come rappresentante della nuova campagna “Love Cloud Collection”, insieme con altre 18 donne. È stata lei ad annunciarlo per prima sul suo profilo Instagram con l’hashtag #NoLimits il 14 febbraio 2022. 

La ragazza si dimostra da subito entusiasta della grande opportunità offertagli e invita i suoi follower a non smettere mai di credere nei propri sogni, proprio come ha fatto lei per anni lavorando duramente per fa sì che si realizzassero. 

- Advertisement -

Tre anni fa Sofia, all’età di 22 anni, ha fondato un suo personale brand di accessori “Allavett” e nel 2020 è stata scelta da Marissa Santiago – nota designer – come modello protagonista delle sue creazioni per la New York Fashion Week. 

Questo è un passo molto importante per il brand Victoria Secret’s, che da diversi anni viene additata per essere un’azienda poco inclusiva e che indirizza verso un unico tipo di bellezza ideale. Già nel 2019 in realtà, con l’entrata nel team di Valentina Sampaio -modella transgender – aveva dimostrato un cambio di prospettiva totale. Ora, con l’entrata di Sofia, vuole portare avanti una rivoluzione del concetto di bellezza. La collezione Love Cloud Collection comprenderà anche dei reggiseni appositi per tutte le donne che hanno subito una mastectomia e biancheria intima a supporto.  Un grande passo verso l’inclusione che speriamo possa far aprire gli occhi a tutti.

NEWS

Articoli recenti

[wpp stats_views=0]